martedì 8 agosto 2017

Asciutte e fragili


MARÍA MERCEDES VENDRAMINIVendramini

MI SPOGLIO DELLE TRISTEZZE

Mi spoglio delle tristezze
le lavo a mano
le stendo al sole

quando passerà l’estate
asciutte e fragili
saranno diverse.

(da Da questo luogo, 2017)

.

La poetessa argentina María Mercedes Vendramini (Córdoba, 1945), come molti di noi, trova nell’estate un rifugio sicuro dalla malinconia: in questa stagione dove più facile è essere allegri e spensierati, è tempo di gettare le inutili vesti della tristezza, come la vecchia pelle di cui si disfano certi rettili.

.

Gillard

SARAH GILLARD, “PANNI STESI”

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
L’estate, oltreché liberandoci dai patimenti, produce in noi il desiderio de’ piaceri, ci dà anche una confidenza di noi stessi, e un coraggio, che nascono dalla facilità e libertà di agire che noi proviamo allora per la benignità dell’aria..

GIACOMO LEOPARDI, Zibaldone

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...